Magazine 02/15 -

Proteggere i propri beni

Non passa giorno senza che i media riportino notizie d’intrusioni in appartamenti o che qualche nostro conoscente ne sia vittima. Un’assicurazione tutela dalle conseguenze finanziarie dei furti nelle abitazioni, risarcendone i danni.

Furti e intrusioni negli appartamenti sono all’ordine del giorno. Oltre allo shock dovuto all’intromissione di malviventi nella propria sfera privata, si aggiunge il danno materiale e finanziario, la cui entità inizialmente è difficile da quantificare. Di regola, infatti, i ladri non solo fanno razzia degli oggetti di valore, ma danneggiano anche porte e finestre per accedere al bottino. “Già questo è un motivo sufficiente per stipulare un’assicurazione dell’abitazione”, ci spiega Christian Oberrauch di Raiffeisen Servizi Assicurativi. In questi casi, la compagnia non solo si fa carico degli oggetti sottratti ma, nell’ambito del massimale assicurativo, risarcisce anche i danni causati a porte e infissi, nonché le conseguenze di eventuali atti vandalici sui mobili.

Valore a nuovo

“Per gli oggetti sottratti, l’assicurato ha diritto a un risarcimento pari al prezzo di compravendita di un bene equivalente e non, quindi, al valore al momento del sinistro”, ci spiega ancora Oberrauch. Non per  nulla, si parla di assicurazione del valore a nuovo. La polizza contro il furto è compresa nella cosiddetta assicurazione dell’abitazione che, oltre al furto con scasso, copre anche i danni da incendio, azione del fulmine, acqua condotta, tempesta e grandine, offrendo inoltre un’importante tutela per la responsabilità civile familiare.

Denuncia corretta del sinistro

Dopo aver riscontrato l’intrusione, è necessario denunciare tempestivamente l’accaduto alle forze dell’ordine e alla compagnia assicurativa, redigendo un elenco dei beni sottratti e danneggiati. “In questi casi, possono tornare utili anche alcune fotografie”, aggiunge Oberrauch. Inoltre, è opportuno contenere al massimo il danno, ad esempio, bloccando immediatamente le eventuali carte di credito o i telefoni cellulari sottratti. Infine, si raccomanda di non rimettere in ordine, prima che la polizia abbia fatto un sopral­luogo, per non cancellare eventuali impronte.

25 anni di banca & assicurazione

Dal 1990, le Casse Raiffeisen offrono a soci e clienti un’ampia gamma di soluzioni per la protezione dai rischi, perfettamente tarate sui servizi bancari.

Una tutela ­completa per l’abitazione:

Oltre alla polizza contro il furto, l’assicurazione dell’abitazione comprende anche altre coperture, offrendo così una tutela completa dell’abitazione.

Alcuni consigli per proteggersi dai malintenzionati

Tenere un comportamento corretto, ­adottando efficaci misure di sicurezza, può prevenire i furti negli appartamenti.

  • Porte, finestre e saracinesche devono essere sempre a prova di scasso, al pari
    di finestrini di cantine e lucernari.
  • Chiudere sempre ermeticamente le finestre; se lasciate basculanti, possono essere facilmente aperte.
  • Quando si esce di casa, è bene non limitarsi a chiudere la porta, ma dare sempre un giro di chiave.
  • Fare attenzione a eventuali “aiuti” che possono agevolare i ladri, come bidoni, mobili da giardino o scale.
  • Gli oggetti preziosi, come i gioielli, andrebbero custoditi in cassaforte o depositati in una cassetta di sicurezza in banca.
  • Anche le somme di denaro consistenti non devono essere mai lasciate in casa.
    Gli impianti d’allarme sono un’ottima integrazione ai sistemi di protezione meccanici.
  • Anche la domotica può essere efficace nel contrastare le intrusioni. Grazie a una centralina di comando, è possibile monitorare segnalatori di movimento e webcam via smartphone o tablet mentre, attivando il simulatore di presenza, si può fingere che l’appartamento sia abitato, anche quando tutti sono in vacanza: le luci si accendono e si spengono automaticamente, mentre le tapparelle si alzano al mattino e si abbassano alla sera, proprio come se fossero guidate da una mano invisibile.