Magazine 04/19 -

Locali e regionali: le dolci fragole di San Genesio

In visita al maso Willelehof di Paul Gamper e alla sua piantagione di frutti di bosco

Percorrendo la strada che da ­Bolzano porta a San Genesio e poi ancora verso la frazione di Valas, dopo circa 4,5 km si intravede una stradina che svolta a destra e conduce direttamente al Willelehof. Situato a un’altitudine di 1.200 metri sul livello del mare, il maso è circondato da un tappeto di fragole, lamponi e ciliegie. “Mia madre ha sempre coltivato frutti di bosco”, racconta il proprietario, Paul Gamper, che all’età di 18 anni insieme a un amico ha visitato le piantagioni di fragole in Val ­Martello e ha deciso di coltivare questo frutto su un terreno di circa 300–400 m² presso l’azienda ­agricola ­locale.

Estensione della coltivazione

Quando nel 1996 l’Asta frutta Egma di Vilpiano iniziò a vendere frutti di bosco, Paul decise di ampliare la sua piantagione a circa 2.000 m² di superficie coltivata. Col passare degli anni si sono aggiunti sempre più campi e oggi Paul Gamper coltiva fragole su circa 3 ettari, lamponi su 1,5 ettari e ciliegi su 8.000 m² di ­superficie. All’inizio ha dovuto superare diverse sfide, come quella legata al metodo di coltivazione, alla scelta dei materiali e agli effetti delle condizioni climatiche a una tale altitudine, ma a tutto ha trovato una soluzione. Oggi deve fare fronte con le notevoli escursioni termiche, dal freddo intenso al forte caldo, che in passato erano meno marcate, e con il cosiddetto moscerino dei ­piccoli frutti.

Finanziamento di Ethical Banking

La vendita della frutta si svolge perlopiù ­attraverso l’Asta frutta Egma di Vilpiano, mentre una parte del raccolto viene venduta al maso. La ­stagione si estende tra la metà di giugno e la fine di ottobre. Grazie al finanziamento ­agevolato di Ethical Banking della linea “­energie rinnovabili”, è stato acquistato l’impianto ­fotovoltaico sul tetto dell’azienda agricola, che riesce a coprire completamente il fabbisogno di energia ­elettrica.

Per saperne di più: www.youtube.com/ethicalbanking

Sito internet: www.ethicalbanking.it