Magazine 06/18 -

Il ruolo dei genitori per il bene dei figli

Anche se la classica “formazione” padre-madre-figlio continua a prevalere, si affacciano sempre nuovi modelli familiari. Qualunque sia il contesto in cui crescono, i minori dovrebbero godere sempre e comunque di una tutela speciale, in particolare in caso di separazione dei genitori.

Foto & illustrazione: Fotolia, Shutterstock

Non esiste un’altra istituzione sociale che ha subito trasformazioni così radicali come la famiglia. Se ancora oggi s’incontra il modello classico, composto da padre lavoratore, madre casalinga e una schiera di figli, sono in ­costante aumento le “nuove” famiglie, come quelle composte da genitori single o non coniugati, ma anche le cosiddette formule “allargate”. Oggi le coppie si separano più rapidamente di un tempo, dando spesso vita a nuovi legami: è quindi necessaria una nuova definizione del concetto di famiglia? La legislazione ha già reagito alle nuove tendenze e anche in ambito assicurativo è stata affrontata la questione, riconoscendone le mutate esigenze.

Il bene dei minori innanzitutto

Il fallimento di una relazione e la divisione di una coppia rappresentano un evento incisivo per tutte le persone coinvolte, in primo luogo per i figli. Spesso, i progetti condivisi dai genitori prima della separazione non possono essere più portati a termine per motivi finanziari. Il Gruppo Assimoco, da anni votato al benessere e al futuro delle famiglie con prole, ha lanciato sul mercato una particolare soluzione assicurativa chiamata “Sogni Sicuri”.

Previdenza per i figli attraverso l’accumulo di capitale

L’assicurazione è tarata sui genitori con figli, indipendentemente se sposati o solo conviventi, e consente la costituzione di un capitale attraverso l’accantonamento periodico di denaro, così da offrire un sostegno ai minori in ogni fase della loro vita, fino all’indipendenza economica. Obiettivo di questa proposta è la copertura del fabbisogno legato al raggiungimento di determinati obiettivi, come gli studi universitari, l’avvio della carriera o l’acquisto della casa. Se il rapporto di coppia s’interrompe, è possibile fare ricorso al patrimonio accumulato: i genitori continueranno a decidere congiuntamente sull’utilizzo del capitale finalizzato al benessere dei loro figli. “Sogni Sicuri” soddisfa pertanto un’importante funzione sociale nell’ambito delle nuove forme familiari: qualunque sia il contesto in cui i minori crescono, viene garantita una base finanziaria per assicurare loro un futuro sereno.

BEN PROTETTI – Tutelarsi dai rischi

Indagine sulla previdenza familiare in Italia

  • Solo il 19,8% dei capifamiglia ritiene che le prospettive future dei figli, in termini di lavoro e posizione sociale, siano migliori rispetto a quelle dei genitori.
  • L’86% degli intervistati è dell’avviso che la copertura del welfare pubblico sia destinata inevitabilmente a peggiorare in futuro.
  • Il 37,1% dei capifamiglia si dichiara orientato a investire una parte dei risparmi familiari in coperture assicurative a tutela dei figli.
  • Una percentuale analoga (il 38,3%) è interessata a piani di accumulo di capitale, diretti a facilitare l’ingresso nella vita adulta dei figli.

 

Fonte: Gruppo Assimoco, report neowelfare 2017

 


Le strutture familiari in Italia

Le famiglie nel 2017

  • Genitori single con figli (9%)
  • Coppie senza figli (20%)
  • Coppie con figli (33%)
  • Single (32%)
  • Altri (6%)

 

Fonte: Istat 2018

 


Familienstrukturen in Italien