Magazine 01/17 -

Ethical Banking – Dove s’impara a conoscere l’Alto Adige sotto la doccia

Il campeggio Moosbauer, in Via San Maurizio a Bolzano, è un’azienda di lunga tradizione, che tuttavia si contraddistingue per l’innovativo concept d’ospitalità con cui i turisti imparano a conoscere l’Alto Adige. Ecco come una vacanza può trasformarsi
in un’esperienza davvero singolare.

La struttura, in Via San Maurizio, esiste sin dal 1957. Klaus Egger, insieme alla moglie, guida nella terza generazione il campeggio didattico con ristorante e negozio di alimentari. Perché campeggio didattico? “Questa idea è nata un paio di anni fa davanti a un buon bicchiere di vino. Volevamo dare all’ospite la possibilità di conoscere l’Alto Adige non solo consultando una guida o visitando un museo, ma con un approccio rilassato e divertente”, afferma Klaus non senza orgoglio.

Mediante tavole, eventi, conferenze, una cantina, sanitari informativi e una colonna della comunicazione, l’ospite ha la possibilità di approfondire tematiche linguistiche, culturali, politiche, storiche e naturali del territorio, ma anche gusto e stile di vita, lasciandosi ad esempio affascinare dalla leggenda della strega del Lago di Carezza sotto la doccia o approfondendo i motivi del trilinguismo lavandosi i denti. Alcuni anni fa, il concept del camping didattico, molto apprezzato dagli ospiti, è stato addirittura insignito dell’ADAC Camping Caravaning Award.


Gestione sostenibile

Un’importante tematica del camping è quella energetica. Già nel 1976, il padre di Klaus aveva installato il più grande impianto integrato per la produzione di acqua calda e questa via è stata coerentemente perseguita sino ad oggi. L’installazione del fotovoltaico è un altro passo in avanti nella realizzazione di un ciclo che comprende energia termica solare, recupero del calore e, appunto, fotovoltaico. L’impianto è stato finanziato da Ethical Banking. “Da alcuni anni, cerchiamo di operare in modo sostenibile nei diversi ambiti. Dal 2013, tra gli altri, c’ispiriamo al modello dell’economia del bene comune, che rispecchia perfettamente i molti sforzi intrapresi in questa direzione”, conclude Karl. Il prossimo anno, il camping festeggerà i suoi 60 anni, un traguardo particolarmente atteso da ospiti e ­proprietari.

 

Maggiori informazioni su: www.ethicalbanking.it