Magazine / -

E chi protegge i volontari?

Il volontariato in Alto Adige annovera circa 168.000 persone operanti in 5.340 organizzazioni no profit, registrando così il numero più elevato a livello nazionale. Giorno dopo giorno, i volontari si fanno carico di attività e responsabilità negli ambiti più disparati: ma di che tipo di tutela godono?

Foto: © Insidecreativehouse – stock.adobe.com

Nei circoli sportivi, nelle bande musicali, nel soccorso alpino, tra i vigili del fuoco, nelle associazioni giovanili e nei club per anziani: il lavoro dei volontari caratterizza quasi ogni ambito della vita in Alto Adige ed è organizzato prevalentemente attraverso associazioni e federazioni. Per parlare di volontariato, è necessario che siano soddisfatti cinque requisiti: l’attività deve essere esercitata liberamente, a titolo gratuito, in maniera continuativa e organizzata, arrecando un reale beneficio ad altri. Con la riforma del Terzo settore, sono state introdotte alcune significative novità per le organizzazioni no profit, che abbracciano diversi ambiti giuridici, dal diritto civile a quello del lavoro, fino agli aspetti tributari. Tuttavia, anche il comparto assicurativo e quello della responsabilità individuale sono importantissimi e devono essere attentamente considerati. Da decenni, le Casse Raiffeisen offrono sostegno economico a numerose associazioni e organizzazioni benefiche, provvedendo anche alla tutela assicurativa dei loro membri.

Responsabilità civile e infortuni

Chi si impegna a titolo volontario, di regola, è assicurato contro la responsabilità civile e pertanto è tutelato nei confronti di richieste di risarcimento danni, pur non esistendo una polizza di questo tipo prevista dalla legge. Le associazioni e le federazioni assicurate tramite Raiffeisen Servizi Assicurativi hanno stipulato per i propri soci volontari una polizza collettiva della responsabilità civile a beneficio di tutti i loro membri. Poiché, in caso di infortuni, la copertura obbligatoria per legge non interviene, è consigliabile che vi provveda l’associazione. Raiffeisen Servizi Assicurativi consiglia anche di stipulare una polizza di tutela giudiziaria.

“Medici dell’Alto Adige per il Mondo”

Un esempio di fattiva collaborazione che si protrae per anni tra volontari e Raiffeisen è quella instaurata con l’associazione “Medici dell’Alto Adige per il Mondo”, un’organizzazione benefica fondata nel 2001 che presta il proprio aiuto nelle aree colpite da povertà e da altre emergenze. Raiffeisen Servizi Assicurativi ha elaborato un pacchetto ad hoc che copre i medici durante i loro soggiorni nelle “zone di crisi”: l’assicurazione interviene in caso di infortuni che si verificano durante l’attività di volontariato nelle regioni in via di sviluppo, ma anche lungo il tragitto da e per il Paese di residenza.

BEN PROTETTI – Tutelarsi dai rischi

Nel registro provinciale delle organizzazioni di volontariato risultano iscritte circa 2.200 associazioni. Il 60% circa è assicurato con Raiffeisen Servizi ­Assicurativi.

Fonte: Ufficio Affari di gabinetto e Raiffeisen Servizi Assicurativi

Raiffeisen assicura ­numerose ­associazioni ­attive nei settori più ­disparati: protezione civile, ­ambiente e sociale; economia, ­artigianato e ­agricoltura; cultura e sport; oltre a svariate ­manifestazioni.

Fonte: Raiffeisen Servizi Assicurativi